SYLVA

Sul concetto di selva si concentra il PRIN “Sylva”, che coinvolge l’Università degli Studi Roma Tre, l’Università IUAV di Venezia, l’Università degli Studi di Padova, l’Università degli Studi di Genova.

Il progetto, orchestrato e affrontato utilizzando una prospettiva che si vorrebbe «post-disciplinare», intende studiare la selva in quanto dispositivo (Agamben) che investe lo spazio di relazioni tra uomini, con animali e piante, con le componenti dell’animo umano, compresa la «selva comportamentale» derivante dalla competizione sociale. La realtà «naturale» sta cambiando: quella addomesticata si tramuta in selvaggia, le aree urbane si rinaturalizzano, crescono gli spazi «naturali» in risposta al consumo di suolo. La risposta progettuale a questi mutamenti appare finora senza strumenti. Occorre una riflessione urgente, individuare percorsi concettuali e operativi per costruire un rapporto nuovo/antico e perso con il «naturale».

I lemmi che si snodano intorno al concetto di selva sono stati raccolti durante le lezioni del Master (Modulo 1 e Modulo 2) dell’edizione 2020 e riorganizzati in questa mappa concettuale interattiva: clicca qui sotto e aprila in fullscreen per esplorare i testi, i video e le immagini proposte da ogni tema.