Il Master affronta le questioni relative al territorio, alla città e all’ambiente e promuove in Italia le Environmental Humanities, campo di studio in grande espansione e attualmente tra i più interessanti ambiti delle scienze umane. La storia di parole cardinali quali cittàcomunitàhabitatnaturaterritoriopaesaggio, progetto, antropocene, sarà presentata, discussa e aggiornata, a partire dai diversi saperi che ne hanno trattato: dalla filosofia all’arte, dalla teoria politica alla sociologia, dalla storia e geografia all’urbanistica e architettura, dal diritto all’economia, dall’ecologia politica alla comunicazione. Specificità dell’offerta formativa del Master è infatti l’impegno a integrare i diversi saperi e la pluralità di competenze necessarie quando si affrontano i temi sollevati dall’abitare e operare in una dimensione territoriale, urbana, ambientale.
La vocazione del corso è dunque quella di offrire una formazione che si rivolga sia ai profili delle discipline scientifiche (ingegneria, scienze naturali, etc.) sia a quelli delle discipline umanistiche.

Per l’edizione 2019 i singoli moduli del Master saranno accomunati dal tema del topos, il “luogo”, e le sue declinazioni, tra politica, estetica, architettura, tecniche di indagine e ricognizione.

Utopia, atopia, eterotopia, distopia, ipertopia, xenotopia, cronotopia, infratopia, transtopia sono i termini, invalsi e immaginati, atti a cogliere le nostre esperienze del luogo: spazio di appartenenza, di confinamento e di esclusione, precognizione di un diverso vivere in comune o dell’approssimarsi di un mondo invivibile, stato di appartenenza intensificata da segni fisici e virtuali, dimensione di alterità ed estraneità, spazio costituito da ritmi e da abitudini, interstizio che si apre nelle pieghe del quotidiano, esperienza della mobilità dei limiti, fino allo statuto di una mancanza.
Tali termini sono altrettante chiavi di lettura per cogliere la complessità del territorio contemporaneo, nel duplice intento di sviluppare un’analisi critica dell’esistente (reale o immaginario che sia) e di coglierne le potenzialità.

Il Master si rivolge a laureati/e in tutte le discipline
(vecchio ordinamento, laurea magistrale e laurea triennale).
Possono accedere al Master candidati/e sia italiani/e, sia stranieri/e.
Le lezioni si svolgeranno il venerdì pomeriggio e il sabato mattina di ogni settimana,
nelle sedi di Roma Tre (in particolar modo FilCoSpe, via Ostiense 234, e Architettura, via della Madonna dei Monti 40)
e in altri luoghi della città di Roma.

Fa eccezione il Modulo Stalker, che si strutturerà in una settimana di workshop intensivo in sede da definirsi.È possibile seguire una parte delle lezioni da remoto,
e l’intero Modulo Sicurezza Climatica viene erogato in teledidattica.